mercoledì 12 settembre 2018

Una cascata di bianco

Questa sciarpa è fatta con una mescolanza di diversi filati bianchi che avevo a disposizione: lana mohair sottile, ciniglia, microfibra a fiocchetti sofficissimi, microfibra pelosetta e un bel cachemire color panna che ho usato per la trama.
I fili di ordito passati nel pettine liccio
Il lavoro di orditura è stato particolarmente laborioso: non solo alcuni filati erano particolarmente delicati, ho dovuto anche evitare di rimettere i fili più spessi nei forellini del pettine liccio, sono stata attenta a mantenere la tensione costante pur in presenza di filati molto elastici e filati che non lo erano affatto, eccetera... insomma una bella sfida, ma con una buone dose di tenacia (a Roma la si chiamerebbe in maniera più efficace "tigna"), alla fine ce l'ho fatta!
I fili di ordito finalmente "domati"!
Grazie ai filati molto morbidi e al cachemire la sciarpa è venuta leggera e soffice, quasi una nuvoletta bianca da mettersi piacevolmente al collo quando farà più freddo.

Nessun commento:

Posta un commento