sabato 26 maggio 2018

Cuori a maglia


Cuori realizzati a maglia, le istruzioni sono sul blog di Tanisfiberarts.

domenica 6 maggio 2018

Ricavare intrecci


Il tessuto acquistato
Mi è capitato tempo fa di trovare su una bancarella per pochi euro una gonna fatta di un tessuto interessante. A causa della taglia, non avrei mai potuto indossarla, ma l'ho presa ugualmente per potermi studiare l'inteccio e provare a rifarlo.
Dopo qualche ragionamento e un po' di prove, sono riuscita a ricavare lo schema e ho realizzato un tessuto analogo, anche se in cotone e con colori leggermente diversi. Sono necessari 6 licci.
Sono molto contenta del risultato!
Il tessuto realizzato da me
Con questo tessuto ho realizzato una bustina portaocchiali.
Reecto e verso del tessuto sono inoltre leggermente differenti, ma entrambi molto gradevoli.

domenica 29 aprile 2018

Fiori

Sto imparando a fare dei fiori di stoffa molto semplici. Si chiamano "kanzashi" e sono i fiori giapponesi usati per decorare le acconciature.

mercoledì 4 aprile 2018

Lavoro in corso: fiori all'uncinetto


Ho ripreso l'uncinetto e sto realizzando questi fiori da unire man mano.
Il filato è un lino-cotone sottile che uso doppio lavorando con l'uncinetto n. 2,5.
Il motivo dei fiori è tratto dal blog di Atty's.
Non ho ancora ben deciso in cosa si trasformeranno, comunque lavoro lavoro lavoro...

mercoledì 14 febbraio 2018

Piccoli lavori a 8 licci

Con il telaio ad 8 licci ho realizzato quest'inverno dei piccoli motivi, in parte inventati da me, che sono diventati dei piccoli doni per alcune persone speciali che volevo ringraziare dal profondo del cuore.
La tessitura è su rimettaggio rosengang su 8 licci. Il tessuto di base è in cotone, mentre le trame lanciate sono in lana merinos sottile messa quadrupla.
Una volta iniziato, ci si diverte molto a creare nuovi disegni e combinazioni di colori!

mercoledì 31 gennaio 2018

Tessuti scozzesi o Tartan

I tessuti chiamati comunemente "scozzesi" o "tartan" sono quelli utilizzati per i Kilt tradizionali della Scozia, e hanno disegni strettamente legati alla storia e ai clan di appartenenza.
Non sono semplici quadrettati, ma seguono delle regole precise:
- il tessuto è a batavia (cioè saia 2/2), quindi si può realizzare su un telaio a 4 licci
- il materiale usato è la lana
- si devono formare dei quadrati perfetti lungo la diagonale, quindi la riduzione (numero di fili per cm) deve essere uguale in trama e in ordito
- i colori tradizionali sono: rosso, verde, nero, bianco, giallo, blu, ma nella moda moderna vengono utilizzati tutti i colori, anche gli accostamenti più insoliti
- il disegno dei quadrati si deve ripetere in maniera speculare sia in verticale che in orizzontale.

Nei tartan il disegno è dato dalla sequenza dei fili per ciascun colore, che si ripete a specchio in verticale e in orizzontale.

Facciamo un esempio:
per ottenere il tartan qui sopra bisogna montare un ordito con la seguente sequenza di colori:
12 fili rossi
4 fili verdi
6 fili rossi
4 fili verdi
12 fili rossi
12 fili blu
4 fili rossi
12 fili blu
*12 fili rossi
4 fili blu
4 fili rossi
6 fili blu
4 fili rossi
4 fili blu*
ripetere dal primo* al secondo * per 1 volta
12 fili rossi
12 fili verdi
4 fili rossi
12 fili verdi (banda centrale della simmetria, non ripetere) -
ripetere a specchio
Ripetere tutto per le volte necessarie ad ottenenre la larghezza voluta del tessuto.

Tessitura: tessere a batavia (diagonale 2/2) seguendo nella trama la stessa sequenza di colori dell'ordito. La riduzione e la battuta devono essere tali da consentire di ottenere dei quadrati perfetti lungo la diagonale a 45°.

Molti esempi di Tartan da copiare si possono trovare su handweaving

Accanto al nome del Tartan si trovano spesso numeri e lettere.
Ad esempio: Abercrombie (G28, W2, G14, BK14, B4, BK4, B4, BK4, B14)
sta ad indicare che il disegno si chiama "Abercrombie" e la sequenza dei colori da ripetere a specchio é: 28 fili verdi, 2 bianchi, 14 verdi, 14 neri, 4 blu, 4 neri, 4 blu, 4 neri, 14 blu.
La corrispondenza delle lettere è:
G = green = verde
W = white = bianco
B = blu
BK = black = nero
Y = Yellow = giallo
R = red = rosso

Ecco qualche schema:


Infine, per divertirsi, esistono dei "generatori di Tartan" online, con cui disegnare i propri tartan, oppure esplorare tartans già esistenti:
- tartandesigner
- scotWeb
- tartangenerator

domenica 14 gennaio 2018

Sciarpa Brooks Bouquet

Questo lavoro l'ho iniziato la scorsa estate. È stato sul telaio per diversi mesi, e una volta finito non l'ho mostrato perché era destinato ad essere un regalo di Natale.
Il filato è un misto di lino e viscosa che una volta tolto dal telaio sembrava molto rigido, con una consistenza quasi da "spago". In realtà, una volta lavato e stirato, è risultato morbido e molto piacevole, ed è stata una vera (piacevole) sorpresa!
La tessitura è eseguita su telaio a pettine liccio con la tecnica chiamata "Brooks Bouquet", che consiste nel manipolare i fili in modo da creare dei piccoli mazzetti stretti al centro. La lavorazione è facile, ma di grande effetto, adatta a sciarpe leggere e tessuti traforati in genere.
Alcuni link sui Brooks Bouquet:
- il libretto di Eleanor Best sulle tecniche di manipolazione dei fili;
- un articolo su Weavezine sullo stesso argomento;
- l'articolo su Handweavers' Bulletin
tutti in inglese e scaricabili gratuitamente.

giovedì 11 gennaio 2018

Immagini dalla Maker Faire Roma 2017

Avevo promesso di ritornare sull'esperienza della Maker Faire e, prima che passi troppo tempo, provo a fare un piccolo riassunto per immagini.
piccoli e grandi apprendisti al lavoro
visitatori curiosi e coinvolti
il mio "pass", di cui sono orgogliosissima
la vista dalla mia postazione
un particolare del pannello tessuto durante la Maker Faire